Pneumatici, indice di velocità: cos’è e perché è importante

indice di velocità pneumatici auto

Con lo sdoganamento degli e-commerce per la vendita gomme online stiamo assistendo a una progressiva emancipazione degli automobilisti, sempre più capaci di provvedere in autonomia alla selezione e all’acquisto, senza il supporto di un gommista o di un esperto dell’ambito.

Se l’individuazione della gomma con le giuste caratteristiche in fatto di larghezza, altezza e raggio sembra non essere più un problema per gli utenti del web, più problematica risulta, ancora oggi, la gestione dell’aspetto normativo e uno dei parametri spesso trascurato è quello dell’indice di velocità.

Che cos’è l’indice di velocità

L’indice di velocità è espresso da una lettera dell’alfabeto, esplicativa della velocità massima raggiungibile dal mezzo che monta gli pneumatici. Per conoscere l’esatto valore dell’indice di velocità, espresso in km/h, occorre fare riferimento alla rispettiva tabella degli indici di velocità. Essa comprende le lettere dell’alfabeto, per ognuna delle quali corrisponde al relativo rapporto di km/h. Ad esempio, la lettera L indica che il mezzo non può superare la velocità di 120 km/h, la M equivale a 130 km/h, ecc.

Cosa dice la legge in proposito

Il codice di velocità è vincolante da un punto di vista normativo. In particolare, secondo il nostro Codice della Strada, un veicolo può montare pneumatici con indice di velocità inferiore a quello riportato sul libretto d’istruzioni del veicolo, purché non inferiore a Q, ovvero 160 km/h.

Oltre che una imposizione di legge, il codice di velocità è anche un importante parametro di riferimento da tenere in massima considerazione poiché prende in considerazioni le caratteristiche del mezzo e ne indica le condizioni ideali di sicurezza. La gomma, se sollecitata eccessivamente, può andare incontro a rotture o a una rapida usura, a sua volta causa di instabilità e mancanza di grip, fattori di rischio incalcolabili per la sicurezza del guidatore e dei suoi passeggeri.