La pentola a pressione

Oggi parliamo di un oggetto che abbiamo tutti in casa, ma molti non sanno come funziona. Stiamo parlando della pentola a pressione, e lo scopo di questo articolo è spiegare il suo funzionamento.

COME CUOCERE CON LA PENTOLA A PRESSIONE

  1. Mettere tutti gli ingredienti da cucinare e poi versare una quantità d’acqua non superiore a due terzi della pentola e mai inferiore a mezzo bicchiere d’acqua.
  2. Dopo aver versato l’acqua, chiudere la pentola ed assicurarsi che la valvola sia ben chiusa. Porre la pentola sul fornello ed accendere il gas a fuoco moderato. Dopo un po’ di tempo la valvola comincerà a fischiare: questo significa che l’acqua ha cominciato a bollire.
  3. Abbassare la fiamma in modo che il fischio smetta, e tenere lo stesso livello di fiamma fino a quando la pentola non riprenderà a fischiare. Da quando riprende il fischio, calcolare il tempo di cottura di quello che viene cucinato. Quando la cottura è terminata, chiudere il fuoco ed aprire con molta attenzione la valvola della pentola e far uscire tutto il vapore formatosi all’interno di essa. Rimettere per circa un minuto la pentola sul fuoco senza il coperchio e mescolare il contenuto per farlo amalgamare per bene.

SPIEGAZIONE SCIENTIFICA
pentola a pressioneIl funzionamento della pentola a pressione è molto semplice da spiegare: al momento dell’ebollizione dell’acqua, essa dallo stato liquido passa allo stato gassoso in poco tempo grazie alla temperatura che non è costante e dipende dalla pressione.
In questa pentola gli alimenti non vengono bolliti a cento gradi centigradi, ma a circa centoventi. Questo perchè all’interno di essa si forma una pressione maggiore di quella atmosferica, e di conseguenza la temperatura cresce.
Il coperchio della pentola a pressione dispone di una valvola che fa uscire il vapore formatosi all’interno. La pressione interna è di circa due atmosfere.
Cucinare in questo modo fa risparmiare molto tempo, ma occhio ad usarla solo quando veramente necessario.

SICUREZZA
Molte persone temono che questo tipo di pentola possa esplodere, ma è una pura leggenda metropolitana. Questo può accadere solo a causa di una pessima pulizia dell’oggetto.
I produttori per garantire la sicurezza del prodotto, sono tenuti a rispettare alcuni criteri imposti dal’UNI. Eccone alcuni

  1. I materiali devono avere una resistenza chimica adeguata, devono resistere alla corrosione e non rovinarsi all’azione dell’acqua o dagli ingredienti che si cucinano.
  2. I manici devono essere solidi, semplici da usare e resistenti alle temperature superiori di novanta gradi.
  3. La pentola a pressione si deve pulire facilmente sia esternamente che internamente, non deve avere spigoli che ne impediscano l’utilizzo e i coperchi devono essere facili da usare e sicuri quando la pentola è sotto pressione
  4. La pentola a pressione deve presentare il marchio di produzione con la massima chiarezza, e la capacità massima deve essere inferiore di venticinque litri.
  5. Per essere a norma, la pentola deve avere il manuale che riporta le istruzioni di pulizia, di manutenzione, di uso e di funzionamento.
  6. Deve avere un dispositivo che fa uscire automaticamente il vapore eccessivo e disporre di una guarnizione onde evitare il getto di vapore diretto a chi la usa.