Matrimonio in Sicilia: 5 particolari tradizioni dell’isola

matrimonio in Sicilia

Paese che vai, tradizione che trovi! Ogni Paese del mondo è contraddistinto da una serie di tradizioni da rispettare, anche per quanto concerne il matrimonio. Tradizioni discutibili, stravaganti, condivisibili… ogni luogo detiene una propria storia da salvaguardare e da conservare.

Se siete siciliane o comunque avete intenzione di celebrare il vostro matrimonio in Sicilia, è necessario che veniate a conoscenze di alcune delle particolari tradizioni che contraddistinguono quest’isola così affascinante.
Quali? Ve le spieghiamo in questa guida.

1. Vestito da sposa rigorosamente bianco

Questa tradizione è comune in tutta Italia, ma in Sicilia nutre davvero una grande importanza. L’abito da sposa deve essere necessariamente bianco, anche se nel periodo ottocentesco pare si richiedesse un abito tendente più al celeste.

2. Mai sposarsi a Maggio o Agosto!

In Sicilia, sposarsi a Maggio o Agosto, porta sfortuna! Nonostante in tutta Italia siano ii mesi più idonei per celebrare le nozze, in Sicilia non è così. La motivazione si riconduce ad Ovidio: i romani credevano, infatti, che questi fossero i mesi in cui commemorare i defunti.

3. Location marina e non solo

La Sicilia si presta a organizzare qualsiasi tipo di ricevimento in qualsiasi tipo di location. La vera essenza dell’isola, si sa, è il mare. Per questa ragione, le location marine sono quelle più utilizzate per tradizione dai siciliani. Attualmente sono molto in voga anche i luoghi tipicamente boschivi nelle zone centrali della Sicilia. In questo caso, nonostante le tradizioni, potete ugualmente affidarvi a delle wedding planner a Palermo o in altri posti della Sicilia che vi possano facilmente consigliare i luoghi più adatti per ogni tipologia di matrimonio.

4. Una festa lunghissima

In Sicilia, tradizione vuole che i festeggiamenti di un matrimonio debbano essere davvero molto lunghi. In passato, infatti, la festa iniziava già qualche sera prima del fatidico sì: i promessi sposi usavano invitare amici e parenti nelle rispettive case per festeggiare l’arrivo imminente del grande giorno.

5. E dopo il matrimonio… il letto degli sposi

In questo caso, le regole sono davvero ferree. In Sicilia, tradizione vuole che, dopo il ricevimento, la futura coppia debba essere accompagnata nella loro casa coniugale, dove la madre della sposa vi ha già preparato il loro letto matrimoniale. Inoltre, secondo un’usanza comune, la donna era obbligata a rimanere nella casa dei novelli sposi durante tutta la notte per fronteggiare eventuali problematiche e necessità che potevano presentarsi.