Dizionario di italiano, non solo utile ma anche creativo

Per lavoro o per hobby, per amore o per necessità, tutti dobbiamo confrontarci con i testi scritti e a volte il confronto può trasformarsi in uno scontro senza esclusione di colpi, perché la nostra lingua è piena di insidie nascoste che possono saltar fuori fra le righe di una lettera d’amore, in una lista della spesa o, peggio ancora, nel curriculum che abbiamo inviato a un potenziale datore di lavoro.

Evitare brutte figure non è una missione impossibile, tutt’altro: basta un dizionario di italiano. Conviene tenerlo sempre a portata di mano, e se la cara vecchia versione cartacea può essere ingombrante e magari non facilissima da trasportare, c’è sempre l’ottima alternativa di un dizionario italiano online, consultabile in pochi clic e qualche secondo, il tempo di digitare la parola cercata.

Chi pensa di poterne fare a meno stia attento a non scivolare sugli accenti, perché ne basta uno fuori posto per cambiare il significato di una parola: i prìncipi, ad esempio, sono quelli che stanno a palazzo, mentre i princìpi sono idee da seguire; se vogliamo accettare un invito a cena rispondiamo “sì” e ricordiamo che invece “si” – senza accento – è una nota musicale o un pronome impersonale.

Uno sguardo al dizionario di italiano sarebbe molto utile anche per i ricorrenti dubbi sul plurale dei nomi composti (si dice casseforti o cassaforti?), per non parlare della coniugazione di verbi irregolari come cuocere ed espellere, soprattutto se ci si avventura in forme poco usate quali un passato remoto o un congiuntivo. Oltre a evitare “orrori” grammaticali, il dizionario serve a combattere la banalità e ad arricchire il proprio linguaggio: una parola cercata è una nuova parola che entra nel nostro patrimonio linguistico e rinnova il modo di esprimersi, così scopriremo – magari – che ad essere affettati non sono solo salumi e prosciutti ma anche comportamenti un po’ troppo costruiti.

Andando oltre la funzione nota a tutti di strumento per usare bene la lingua, il dizionario di italiano può avere perfino una sua declinazione creativa, diventando fonte d’ispirazione per scrittori in crisi: il segreto è giocare con la lingua, navigare tra famiglie di parole, lemmi con la stessa radice, nomi alterati o falsi alterati, lasciandosi ispirare dalle sottili relazioni che legano i termini per forma o significato. Pane, panforte, panettone, paniere, paninaro, ogni storia possibile è fatta di parole che stanno insieme, e in un dizionario ci sono tutte le parole del mondo. Insomma, una scatola magica che aspetta solo di essere aperta.