Video marketing: approcci allo storytelling aziendale

video marketing

Il video marketing è davvero la risorsa più efficace del momento? In effetti, per coloro che sanno sfruttarla nel modo più adeguato, sì. ma come si fa a sfruttare appieno le potenzialità del video marketing?

Ogni agenzia di produzione video Milano, Roma o Napoli sa benissimo che ogni video deve avere una propria funzione che non può essere, meramente, quella di intrattenere e di incuriosire. L’aspetto ludico è funzionale alla trasmissione di un messaggio il cui intento è quello di fare il bene dell’azienda, promuovendone l’immagine e dando visibilità ai suoi prodotti. Tra lo storytelling del video e quello dell’azienda che se ne fa portavoce deve sussistere una coerenza narrativa che dia credibilità al video e forza al suo intento. per tale ragione, la scelta dell’approccio più adatto allo scopo e all’identità dell’azienda non può essere trascurato.

Approccio drammatico

Attraverso una storia intensa, strappalacrime o che invita ad una riflessione, il messaggio di fondo del video ne esce rafforzato e viene favorita la creazione di empatia tra l’utente e la storia (e di conseguenza tra utente e azienda). Il rischio di un approccio che verte sulla commozione è quello di strumentalizzare le emozioni, ma se il messaggio è efficace, avrete fatto centro.

Approccio ironico

L’ironia è un’arma potentissima, nel video marketing e non solo. D’altra parte, però, riuscire a far ridere, divertire e interessare attraverso l’umorismo e la simpatia è molto complicato e il rischio ovvietà è sempre dietro l’angolo. I contenuti divertenti, però, sono anche i più virali e favoriscono l’associazione tra emozioni positive e brand reputation dell’azienda.

Approccio provocatorio

La provocazione, la polemica, persino lo shock sono da sempre considerati fattori in grado di smuovere le coscienze, favorendo dibattiti, confronti e prese di posizione. Si tratta anche di un approccio molto rischioso, specie se verte su tematiche che spaccano l’opinione pubblica o complicate da affrontare. Si tratta di un tipo di storytelling molto utile per creare interesse intorno ad argomenti solitamente poco trattati dai media e sui social network.

Approccio informativo

Poca arte e tanta funzionalità sono dispiegate per la realizzazione di tutorial tematici. Qui l’intento è quello di mettere il know how aziendale a disposizione degli utenti, ricevendo in cambio stima, considerazione, visibilità e il riconoscimento di autorevolezza. L’approccio informativo è sempre funzionale, anche perché si rivolge a un pubblico già (auto)targettizzato in entrata. L’importante è che le informazioni esposte siano corrette ed esposte nel modo più chiaro e comprensibile possibile.