Lavoro, le professioni più remunerative

professioni più remunerative

Il sogno di ogni giovane appena laureato è quello di poter lavorare nel proprio ambito di studi, possibilmente in aziende di ottimo livello (magari di prestigio internazionale) e guadagnando uno stipendio alto o comunque adeguato agli standard di vita che si vorrebbe sostenere. Tuttavia, al giorno d’oggi, pochi sono le professioni che consentono salari di medio o alto livello e spesso in settori molto particolari, alcuni tradizionali, mentre altri di più recente nascita: da quello medico al bancario, passando al ingegneristico ed informatico. Tuttavia, per tutti i giovani il trampolino di lancio è effettuare esperienze di lavoro già nel corso degli studi o subito dopo. Importanti a questo proposito sono le opportunità fornite in ambito nazionale o locale per svolgere stage: un esempio su tutti è la borsa lavoro di Bolzano, oltre a quelle disponibili in altre città, che offre buone possibilità d’impiego, soprattutto a coloro che si ritrovano in particolari situazioni. Una volta effettuate tali esperienze, esistono maggiori opportunità per intraprendere la carriera lavorativa prefissata e raggiungere forse un giorno lo stipendio desiderato. Quali sono tuttavia le professioni con le remunerazioni più consistenti e quindi magari da intraprendere?

Un’attività dalle enormi potenzialità, anche a livello economico, è quello del “Mobile Developer“, quindi colui che si occupa di sviluppare programmi o le famose “App” per gli smartphone. Un lavoro richiestissimo da parte delle aziende del settore e che permette di guadagnare oltre 35.000 € annui. Se invece è il settore medico quello a cui si aspira, allora il chirurgo plastico offre ottime potenzialità economiche. Uno specialista a cui si rivolgono sempre più soggetti, alla ricerca di un migliore aspetto fisico, e che riesce a raggiungere stipendi annui, per quelli più bravi e dotati, di circa 150.000-200.000 €. Nello stesso settore troviamo anche l’odontoiatra, che curando tutto ciò che riguarda la dentatura ed eventuali problemi ad essa connessi, riesce a percepire annualmente fino a 100.000 €.

Noto per avere stipendi elevatissimi è anche il settore bancario. Tra le figure più remunerate, a parte i manager di alto livello con stipendi da 500.000 fino a svariati milioni di € annui, vi sono i cosiddetti “Private Banking” e gli analisti finanziari, che, tra consulenze e incarichi vari, riescono a guadagnare annualmente ambedue tra i 50.000 ed i 100.000 €. Anche il notaio, con la sua attività di redazione e certificazione di atti ufficiali, resta tra le professioni più redditizie da svolgere. Infatti il suo stipendio si aggira attorno ai 100.000 € annui. Non sono da meno gli ingegneri, soprattutto con ruoli dirigenziali nelle società, riuscendo a raggiungere buoni salari, soprattutto in settori dinamici ed importanti quali quello automobilistico ed alimentare. Tali figure riescono infatti a guadagnare tra gli 80.000 ed i 90.000 € all’anno.