Formazione ECM: cos’è e come funziona

formazione ecm

Tutti gli operatori del settore sanità – medici, ma anche infermieri, psicologi, veterinari, odontoiatri, ecc. – sono obbligati, per legge, a sostenere specifici corsi ECM (Educazione Continua in Medicina), al fine di assicurare un aggiornamento costante delle proprie conoscenze e abilità.

L’obbligo è sancito ai sensi dell’art.16-ter, comma 2, del decreto legislativo 19 giugno 1999 e oggi è amministrato dall’Agenas (agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), la quale pubblica, in accordo con il Ministero della Sanità, piani triennali per la regolamentazione dei crediti formativi.

In relazione al triennio 2014-16 – così come per il successivo 2017-19 – è previsto che i professionisti debbano maturare un totale di 150 crediti formativi, con un minimo di 25 e un massimo di 75 per ogni anno. I tecnici che hanno già maturato crediti nel precedente triennio, però, hanno diritto a una riduzione del fabbisogno in proporzione ai crediti già acquisiti: 15 in meno per chi ne ha accumulati tra 30 e 50: 30 in meno tra i 51 e i 100; 45 in meno tra i 101 e i 150.

Gestione dei corsi e dei crediti

Ogni professionista, dipendente o privato, può gestire in totale autonomia la propria formazione, selezionando le tipologie di corsi e i provider ECM cui rivolgersi in relazione a esigenze e inclinazioni specifiche, purché rispetti le imposizioni previste dalle normative vigenti.

Un obbligo etico

L’imposizione di aggiornarsi costantemente in ambito sanitario è regolamentato nel dettaglio dalla sentenza del TAR n. 14062 del 18 novembre 2004 ed è integrata dagli accordi specifici che, a intervalli di tre anni, vengono redatti e pubblicato in seguito al confronto tra Agenas (espressione delle regioni) e Ministero della Salute.

Tale obbligo, però, è previsto anche dal codice deontologico dei medici, il quale chiarisce espressamente che ogni professionista iscritto all’albo debba provvedere al proprio aggiornamento professionale, al fine di garantire un servizio di cura che sia espressione delle migliori terapie e metodologie esistenti.