Dalla Liguria a Roma in bicicletta

pista ciclabile

La mania per le due ruote impazza anche in Italia e moltissimi sono i progetti che ruotano attorno al mondo della bicicletta, anche a livello centrale. Uno degli ultimi e dei più importanti nel contesto nazionale è la pista ciclabile che unirà nord e sud Italia, dalla Francia fino al Lazio, attraversando ben tre delle nostre regioni: dalla Liguria si passerà per la Toscana fino a Roma. Un progetto molto importante che è riuscito ad avere i contributi contenuti nella Legge di Stabilità di quest’anno relative proprio alle ciclovie e alla cosiddetta mobilità dolce.

Dunque un percorso dedicato alle due ruote che accompagnerà buona parte della dorsale ligure e di quella tirrenica. Il progetto è nato su iniziativa della Regione della Toscana che ha chiamato in causa anche i colleghi della Liguria, così da allargare il più possibile il progetto stesso. L’obiettivo, quindi, è di offrire agli amanti della bicicletta, armati di adatto abbigliamento per mountain bike, un percorso naturalistico e sportivo concepito come uno scorcio inedito sulle nostre bellezze naturali e paesaggistiche. La ciclovia andrà ad affiancare quelle europee già esistenti, pensiamo ad esempio alla Eurovelo 8 Mediterranea e a quella Francigena, tra le famose in Europa.

Quale sarà il percorso?

Ma dove passerà esattamente la ciclovia tirrenica? Si comincia dal territorio ligure, con Ventimiglia e Sarzana, per poi toccare anche le tre città principali della Liguria, Savona, Genova e La Spezia per poi scendere verso l’Argentario e arrivare in Toscana.

I fondi per il progetto sono quindi messi a disposizione dal governo, vista anche l’importanza dell’opera infrastrutturale. Chiaramente l’eco del progetto è molto importante visto che si tratta di una sinergia tra tre diverse regione che abbraccia diversi settori di fondamentale valore, dalle infrastrutture alla mobilità dolce, fino al campo della salute e dello sport, oltre che quello della valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale del nostro paese. Se l’idea si concretizzasse davvero, come sperano gli amministratori delle tre regioni, in Liguria ci sarebbe praticamente un’unica pista ciclabile immensa che attraverserebbe tutto il territorio regionale, in Toscana si toccherebbero punti di grande rilievo a livello turistico, attraversando l’Argentario, fino a raggiungere il Lazio.

In tutto più di mille chilometri tutti percorribili con la bicicletta senza interruzioni o ostacoli. Per quanto riguarda l’investimento si parla, al momento e solo sulla carta, della cifra considerevole di cento milioni di euro. Un budget imponente che fa pensare a quello concepito per la Garda by Bike, altro percorso ciclistico che legherebbe il Trentino alla Lombardia e al Veneto, a cui il Ministero delle Infrastrutture ha già dato il suo via libera.