La forza del turismo green in Salento

La masseria in Salento è molto di più che una semplice alternativa di viaggio. Negli ultimi anni il cosiddetto turismo rurale ha acquisito una considerazione sempre crescente, proponendosi come un modello virtuoso per vivere le proprie vacanze.

Al di là del turismo balneare, fonte primaria di visite da ogni parte di Italia e oltre, la provincia più orientale del Bel Paese è stata in grado di sviluppare altri format attrattivi, indirizzati a un pubblico variegato ma allo stesso tempo trasversale e, oltretutto, che prescinde dalla stagionalità. In effetti, il turismo balneare è sì una risorsa che genera una mole significativa di entrate e indotti indiretti, ma è anche strettamente dipendente a determinati periodi dell’anno, dimostrandosi incapace di creare un traffico continuativo su cui possano sorreggersi le strutture locali. Quello del turismo rurale è un microsistema  molto più significativo di quanto si possa pensare e presenta numerosi punti di forza. Prima di tutto, le vacanze in agriturismo propongono un modello sano e a impatto zero, con introiti in proporzione molto più alti di quelli del tipico turismo estivo. I visitatori che prediligono queste forme di viaggio, infatti, sono solitamente facoltosi, non hanno esigenze che incidono negativamente sull’ambiente e hanno un tenore di vita alto che si manifesta in più alti consumi economici. Inoltre, il turismo rurale è uno spot meraviglioso per l’intero Salento, propaganda le bellezze e le particolarità gastronomiche locali, ne esalta la storia e mantiene vivi arti e mestieri che altrimenti verrebbero confinati nella dimenticanza del tempo. Ulteriore vantaggio è il tipo di esperienza che propongono: una vacanza in un agriturismo o una masseria d’epoca è sinonimo di rottura totale con le stereotipate convenzioni del nuovo turismo di massa, permette esperienze che sono soprattutto sensoriali, basate sul vissuto in prima persona e al riparo dai pacchetti standard che, sempre più, offrono un’immagine fittizia e distante dalla realtà locale.