Nestlé offre suggerimenti per i caregiver

Per incoraggiare i thailandesi a rendere semplice  il lavoro senza grandi cambiamenti nel loro stile di vita, Nestlé sta promuovendo un nuovo modo di vivere sano nell’ambito della sua campagna Nestlé Active Thailand con il programma “3E Me Style”. Aiuta le persone a vivere secondo il proprio stile mentre si prende cura della propria salute seguendo i principi delle 3E: alimentazione, esercizio ed emozione. Ciò è particolarmente importante per coloro che trascorrono il loro tempo a prendersi cura della propria famiglia e hanno difficoltà a riservare del tempo per prendersi cura di se stessi. Nestlé sta condividendo alcuni semplici suggerimenti basati sulle 3E per aiutare i caregiver che si dedicano alle loro famiglie a prendersi cura anche di se stessi. Ciò porterà a una buona salute e felicità, quindi puoi sempre portare sorrisi sui volti di ogni membro della famiglia.

Prima E: Mangiare (EAT)

Mangiare: nutrire la famiglia è un’importante responsabilità quotidiana per i caregiver. Un ottimo punto di partenza è adattare le proprie abitudini alimentari per una salute migliore.

Gli operatori sanitari trascorrono molto tempo in cucina, quindi è necessario evitare di mangiare troppo spesso per evitare che l’apporto calorico aumenti senza che tu te ne accorga. Passa dagli snack alla frutta di stagione con una bassa quantità di zucchero, come guava, mela rosa, frutto del drago, mela verde e papaia. I cereali e le noci come le mandorle ti fanno sentire sazio fornendo al contempo i nutrienti adeguati, tra cui le fibre alimentari, che fanno bene al tuo sistema digestivo, così come gli antiossidanti che illuminano e ringiovaniscono la tua pelle in modo da sembrare più giovane della tua vera età.

Quando dai da mangiare alla tua famiglia, non passare tutto il tuo tempo a preparare i pasti, a servire loro i vari piatti, a prendere loro le cose dalla cucina e a pulire la tavola. Prenditi del tempo per sederti con tuo marito e i tuoi figli per mangiare insieme, chiacchierare e goderti la reciproca compagnia.

Seconda E: Esercizio fisico (Excercise) 

Esercizio: il semplice movimento conta come esercizio. Questo concetto è rilevante per i caregiver che sono sempre molto impegnati a prendersi cura delle loro famiglie.

Se non puoi risparmiare tempo per un esercizio fisico regolare, prova a integrare alcuni allenamenti rapidi nella tua routine quotidiana. Ad esempio, quando fai la spesa, puoi bruciare più calorie camminando velocemente mentre fai oscillare le braccia lungo i fianchi per almeno dieci minuti. Trasportare un cestino invece di spingere un carrello della spesa, quindi stressare le braccia tenendole parallele al pavimento mentre si riempie il cestino di oggetti. Questo rafforzerà i muscoli delle braccia e aumenterà la tua forza, ed è un ottimo allenamento cardio che aumenta la circolazione sanguigna.

Trasforma le tue faccende domestiche in una routine di fitness. Inizia asciugando il pavimento con ritmo mentre tieni saldamente il mocio. Esercita pressione allungando le braccia il più possibile, quindi fai lavorare i muscoli delle spalle e delle braccia sinistra e destra per un allenamento di base. Fai stretching per rilassarti in seguito. Oppure, invece di stare fermo mentre lavi i piatti, prova a sollevare una gamba lateralmente cinque volte, alternando la gamba sinistra e quella destra. Alzati gradualmente in punta di piedi più in alto che puoi, quindi abbassa lentamente i piedi. Farlo più volte a ritmo aiuta a rafforzare i muscoli del polpaccio e ad allentare le caviglie, che potrebbero essersi irrigidite per essere rimasti in una posizione per molto tempo.

Terza E: Emozione (Emotion)

Emozione: prenditi una pausa dalle faccende domestiche per goderti le tue attività preferite.

Impegnati a prenderti un “momento per me” ogni giorno, quando ti concedi qualcosa di speciale. Un bel caffè. Cioccolato. Pochi minuti di esercizi per il collo. Che sia grande o piccolo, assicurati di realizzare questo momento ogni giorno. Questo ti aiuterà a decomprimere e prenderti cura dei tuoi bisogni, così come quelli della tua famiglia.

Cerca di uscire al sole per almeno 10 minuti ogni giorno. Che si tratti di un giardino sul retro, di un parco vicino o di una passeggiata al mercato, il sole fa sì che la pelle umana crei serotonina, un neuroormone del benessere. Prendere un po ‘di sole è un modo caldo per godersi un passaggio positivo.

Chissà se questi consigli possano essere utili per chi lavora nell’assistenza domiciliare anziani a Milano ed in Lombardia. Che hanno visto esaurirsi tutte le loro energie a causa del COVID-19.